Verso la moneta perfetta

“Dopo molto tempo e molti sforzi abbiamo rilasciato il CloudCoin Wallet.

Scherma di esempio del CloudCoin wallet – dark skin

Quando iniziammo a lavorare sul Wallet, ai tempi chiamato “Advanced Client”, volevamo semplicemente migliorare alcuni dettagli come la velocita’ delle transazioni. In realta’ siamo andati avanti modifica dopo modifica ed abbiamo alla fine ottenuto qualcosa di radicalmente migliore.

Ora infatti possiamo proteggere le monete tramite password ed integrare le informazioni per il loro recupero (questa funzionalita’ verra’ utilizzata in futuro). Il CloudCoin Wallet gestisce 400 banconote per volta che possono essere portate sino a 4000 nelle impostazioni.

Il CloudCoin Wallet lavora su Windows, Mac e Linux in maniera identica. Ha un’interfaccia semplice da usare ed intuitiva. Gli utenti possono anche scegliere tra due diverse skin.

Ma forse il piu’ grande miglioramento e’ l’aggiunta dello SkyWallet.

Lo Skywallet e’ un sistema di storage basato sul RAIDA che gli da datasupremacy. Lo Skywallet e’ il primo ledger non-crypto ad avere questa caratteristica. Clouds distribuiti lavorano in maniera indipendente per verificare l’autenticita’ delle monete trasferite.

Lo Skywallet fornisce alcune funzionalita’ estremamente preziose:

  1. Ora i CloudCoins possono essere scambiati tra diversi individui senza il bisogno di utilizzare l’Email o altri sistemi di trasferimento file. Ciascun trasferimento richiede generalmente meno di due secondi!
  2. Colui che invia le monete sa che sta inviando monete valide ed autentiche. Chi riceve a sua volta ha la stessa garanzia. Questo produce scambi affidabili.
  3. Lo Skywallet consente la creazione di indirizzi personalizzati in modo che ciascuno possa crearsi indirizzi facile da ricordare, per esempio Sean.CloudCoin.global. Questi indirizzi consentono di incrementare ulteriormente la credibilita’ degli scambi in quanto chi volesse personalizzare in modo estremo il proprio indirizzo tramite l’utilizzo del proprio dominio dns, per esempio Paolo.Canistracci.it, sarebbe obbligato ad utilizzare un dominio pubblico quindi registrato. Naturalmente questa estema personalizzazione e’ una scelta non obbligata, disponibile pero’ per entita’ quali aziende che potrebbero ritenerla interessante. Comunque, in piena filosofia CloudCoin, anche in questo caso l’entita’ delle transazioni come il loro valore non sarebbe pubblico. Ora il CloudCoin ha il miglior sistema di indirizzi rispetto a qualsiasi moneta digitale. (per esempio un indirizzo Bitcoin sarebbe : 1BvBMSEYstWetqTFn5Au4m4GFg7xJaNVN2 mente per il CloudCoin potrebbe essere Paolo.CloudCoin.global)
  4. Il sistema di cambio dei tagli delle banconote e’ ora completamente automatico. Questo e’ un sistema disponibile solo per il CloudCoin che, allo scopo di rendere piu’ semplice per noi umani percepire il valore degli scambi come accade con il denaro comune, e’ l’unica valuta digitale che si e’ dotata di denominazioni. Il CloudCoin ha dimostrato che le monete digitali possono avere denominazioni e grazie a questo aspetto si rivela estremamente efficiente, comodo e facile da usare.
  5. Gli Skywallet rendono inoltre molto piu’ semplice l’impiego in exchanges, negozi, siti web, tokens e video giochi …

Tutto cio’ che desidero e’ che il CloudCoin possa diventare lo strumento migliore. Il RAIDA supera la Blockchain. Ora penso che abbiamo un client migliore di qualsiasi altro crypto wallet. Se ci sono punti deboli vorrei conoscerli in modo da poterli migliorare.

Ora ci impegneremo per rendere il CloudCoin la moneta piu’ liquida al mondo. In questo istante questo titolo va a PayPal. Non sara’ facile superarli perche’ hanno il supporto del governo ed sono da circa 20 anni sul mercato. Il nostro primo obbiettivo sara’ percio’ diventare piu’ liquidi del Bitcoin e delle altre monete digitali. Il fatto che il CloudCoin non ha costi di transazione gli da’ un vantaggio strutturale importante.

Grazie a tutti coloro che hanno lavorato cosi’ duramente sullo sviluppo del CloudCoin Wallet!

Sean Worthington

Liberamente tradotto da quanto scritto da Sean Worthington creatore e fondatore del CloudCoin. Versione originale qui